TERRA DI SELVAGGIA BELLEZZA: LA BASILICATA

Fuori dal turismo di massa, la Basilicata regala emozioni formate da un incredibile puzzle di atmosfere che affondano la loro origine in un passato mai sopito che unisce alla selvaggia bellezza del suo territorio molte testimonianze storiche rappresentate da parchi archeologici, chiese rupestri e severi castelli federiciani.

Chi decide di andare alla scoperta di questa minuscola regione italiana non rimarrà deluso dalla scelta fatta: emozionanti, infatti, saranno le sorprese che si incontreranno percorrendo un itinerario che non può non includere la cosiddetta ‘città dei Sassi’, ossia Matera, che regala un incredibile scenografia sia dai Sassi –vero inno alla civiltà rurale- che dalla stupenda Cattedrale nonché dal Parco delle Chiese Rupestri che ospita antiche chiese scavate nella roccia e meravigliosamente affrescate.

Basilicata significa anche Magna Grecia, che rappresenta quel territorio che fu un’antica colonia ellenica radicato nel Metaponto. Apprezzabile la visita del Parco Archeologico e delle Tavole Palatine che rappresentano le più significative attrattive delle quali, ammirarne i reperti archeologici, nel vicino impianto museale. Interessante anche la visita del Museo della Siritide che si trova nel piccolo centro di Policoro. Altra perla che si trova in questo territorio è il Castello di Diego Sandoval de Castro che si eleva a Nova Siri.

La città di Potenza – con il suo centro storico che si espande dalla centrale via Pretoria dove visitare la Cattedrale e le Chiese- e Venosa, città natale di Orazio –dove visitare il Parco Archeologico, l’Abbazia della Trinità, il Castello di Pirro del Balzo e tutto il centro storico- sono altre due mete da considerare come imperdibili per ogni visitatore.

La bellezza del territorio in cui si espande la regione, è rimasto integro nel tempo e rappresenta un vero patrimonio ambientale incontaminato di rara bellezza. La caratteristica nasce dalla varietà dei panorami che si possono attraversare: monti innevati, ricche zone boschive dove si aprono piccoli e sorprendenti specchi d’acqua, zone rocciose che formano teorie di gole e canyon dove spesso corrono torrenti impetuosi e, per finire, le coste che sono bagnati dai due mari e che si presentano sia in versione sabbiosa che in quella rocciosa.

Quello che risulta piacevolmente sorprendente è la varietà di colori che si alternano tra loro e che passano dal color oro dei grano maturo al verde intenso dei pascoli, da quello ocra dei severi massi rocciosi al blu profondo del mare.

Come si ha modo di intuire, le attrattive che la Basilicata offre sono davvero variegate: le montagne delle Dolomiti Lucane, lo splendido mare della costa Jonica, i tanti sentieri naturalistici che si snodano all’interno di parchi e zone protette nonché nella Murgia materana, le testimonianze storiche che partono dall’antica Grecia per attraversare ogni epoca fino a giungere ai giorni nostri, sono tutti elementi che stimolano la curiosità di vacanzieri che vogliono godere di un soggiorno che possa esaudire ogni tipo di esigenza. Infatti è terra ideale per una vacanza sportiva o anche una dal sapore naturalistico; ma è idonea anche se deve essere dedicata alla famiglia oppure se si cerca solo di scoprire un territorio ricco di piacevoli sapori enogastronomici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *